Home Giovanili Under 15 Ecc : Impressioni positive al 1° Baia Holiday Trophy di...

Under 15 Ecc : Impressioni positive al 1° Baia Holiday Trophy di Ostia

275
SHARE

L’inizio di campionato è sempre un momento un po’ delicato della stagione, spesso accade, fortunatamente, che si ha tanta voglia di voler tornare a respirare l’aria di una partita e voler mettere in campo i progressi magari maturati durante il lavoro estivo. Ma e’ normale che le energie fisiche a volte non vanno di pari passo con quelle mentali soprattutto nella piena ripresa delle attività.

Ieri ad Ostia, ospitati dalla squadra di casa Alfa Omega, la Pontevecchio, ha preso parte ad un triangolare nel quale si è potuta confrontare in due interessanti match. Il primo in tarda mattinata contro la fisicità dello Scandone Avellino, e il secondo, nel primo pomeriggio contro l’ostica e intensa formazione dei padroni di casa.

Nella prima gara i ragazzi di Coach Casuscelli sono scesi in campo un po’ troppo teneri subendo, nei primissimi minuti di gioco, la fisicità degli Avellinesi. La reazione però non tarda ad arrivare; la Pontevecchio alza l’aggressività sui portatori di palla riuscendo così ad agganciare, e poi superare nel punteggio Avellino al termine del primo tempo. Al rientro dagli spogliatoi, Bindocci e compagni riprendono da dove avevano lasciato ma la troppa fretta in fase offensiva è causa di molte palle perse o tiri senza ritmo che consumano troppe energie. Lo Scandone ne approfitta e prova di nuovo a scappare nel punteggio, riuscendoci solo nei minuti finali, quando le energie dei ponteggiani sono ormai in riserva.

Anche nella seconda gara di giornata, la Ponte parte un po’ in sordina, subendo stavolta l’intensità dei ragazzi di Coach Tardiolo. I padroni di casa sono bravi a prendere vantaggio dall’uno contro uno ma soprattutto a scappare in contropiede creando così non pochi problemi ai ponteggiani. Un Timeout per spezzare l’inerzia degli Ostiensi e la Ponte inizia a ingranare le marce, aiutata soprattutto da un una paio di conclusioni dalla distanza.

Quando Berardi e Zurino diventano padroni dell’area difensiva e Chiappa continua a segnare da lontano, la Ponte può iniziare la rimonta e piano piano riesce a rifarsi sotto nel punteggio fino a mettere la testa avanti di qualche punto. Gli ultimi minuti di gioco la spia della riserva torna di nuovo ad illuminarsi, e due palle perse dalla rimessa da fondo campo condannano la Pontevecchio e permettono all’Alfa di festeggiare sul punteggio finale di 69 a 63.

Sicuramente una bella esperienza che permette di valutare il punto di partenza di questi ragazzi che quest’anno inizieranno una nuova avventura in un campionante divertente e molto stimolante.

Stay tuned…