Home BA Serie C Gold Sicoma Valdiceppo: sfida al vertice contro la Vigor Matelica per i ragazzi...

Sicoma Valdiceppo: sfida al vertice contro la Vigor Matelica per i ragazzi di Formato

159
SHARE

Comincia per la Valdiceppo un periodo ricco di sfide ad alta quota con le migliori squadre del campionato di C Gold. Proprio domani i ponteggiani sono attesi a Matelica dove affronteranno una delle formazione più attrezzate e competitive del girone. Matelica che è reduce da due belle vittorie negli utlimi due turni e che è distanziata  di sole due lunghezze dal duo Valdiceppo-Fossombrone che guida la classifica. Il roster marchigiano infatti è uno dei più lunghi e completi e coach Sonaglia può facilmente mettere in campo quintetti diversi per caratteristiche fisiche e tecniche ma senza mai rinunciare alla qualità degli elementi.

La Sicoma che ha superato in casa Bramante Pesaro lo scorso fine settimana è reduce da una settimana di preparazione alla sfida non ottimale per continuità negli allenamenti.

“Veniamo da una settimana molto difficile dove non siamo mai stati al completo e abbiamo avuto difficoltà ad allenarci.” Le parole di coach Formato. “Giochiamo in trasferta contro una squadra che ha investito tanto quest’estate e che ha obiettivi importanti. Squadra costruita per puntare alla vittoria con Tarolis lungo esperto e grosso che ha conquistato con Fabriano e Ancona la serie B nelle ultime due stagioni e che insieme a Mbaye forma una delle coppie 4-5 più fisica e atletica del campionato.
Sugli esterni il talento di Boffini, tiratore specialista e in regia Rossi e Trastulli play e guardia dal grande estro offensivo.
Dalla panca Sorci Pelliccioni Vissani e Vidakovic che garantiscono alternative di primo livello.
Di solito coach Soanglia ruota in nove e può giocare sia a metà campo per i propri lunghi sia a ritmi alti avendo a disposizione grande talento per crearsi un tiro nei primi secondi dell’azione.Noi dovremo essere molto bravi a sfruttare i vantaggi a metà campo e a imporre il nostro ritmo alla gara cercando di mettere in campo  quell’aggressività e quella presenza mentale necessaria per vincere in trasferta partite del genere.”