Home BA Serie C Gold La Sicoma Valdiceppo ha scelto il Coach

La Sicoma Valdiceppo ha scelto il Coach

1262
SHARE

Un passaggio sempre molto importante nella vita di una Società, quello di sceglire chi avrà in mano il timone nella stagione a venire. Competenza tecnica, certo, preparazione e conoscenza del gioco sono componenti fondamentali, ma si sa che nella grande famiglia di Basket Academy questo non è sufficiente.

Prima bisogna dimostrare di volerci stare, in quel posto, a mantenere saldi nervi e motivazioni anche quando il tempo sembra volgere a burrasca, resistere alla tentazione di nascondersi in un porto sicuro al primo alito di vento. Bisogna averne la stoffa, il carattere. E poi devi essere capace di convincere la ciurma a seguirti, nella direzione che a volte può sembrare quella meno comoda, quella più rischiosa.

Carlo Campigotto pensavamo di conoscerlo già bene, dopo un anno di lavoro insieme. Uno di quelli che lavorerebbe 24 ore al giorno, partito lo scorso anno senza esitazione dalla sua Rivarolo Basket  per vivere un’avventura nuova, speciale. Un carattere a volte spigoloso ma sempre diretto, schietto, netto nelle sue posizioni.

Ha collaborato con coach Formato con grande entusiasmo,  partecipando non solo alle interminabili serate davanti al video per correggere errori e trovare soluzioni, ma ha svolto un ruolo molto attivo anche nella gestione delle partite, nel corso di una stagione splendida che ha visto la Sicoma sfiorare il ritorno alla Serie B.

Oltre alla prima squadra è stato impegnato nel mondo di BA a 360 gradi: collabora al progetto scuola, allena con grande energia l’under 16: nel mirino lo sviluppo dei giocatori ed il lavoro individuale su di loro, ma anche sul piano agonistico arriva ad un passo dal passaggio alla fase interregionale.

Caratteristiche e considerazioni che tracciano un profilo già molto apprezzato qui da noi. Quando però gli abbiamo prospettato il progetto per la prossima stagione, l’intesa è sembrata ancora più forte ed immediata: proseguire il lavoro nel settore giovanile accompagnando i giovani talenti del vivaio in prima squadra. Rischiare, quindi, come è tradizione al Ponte. Qualcuno forse si ricorda a che età hanno esordito in prima squadra il Capitano Casuscelli o il Bomber Meschini?

Ecco su quella strada, di non guardare alla carta d’identità ma al talento e al potenziale di ciascuno, Carlo si è trovato subito in prima linea, pronto ad accettare una sfida non facile ma affascinante. Senza per questo rinunciare ad essere competitivi: nei prossimi giorni sono attese importanti novità.

A soli 27 anni, fresco diplomato al secondo anno del corso Allenatori di Bormio, Carlo Campigotto è dunque ufficialmente il nuovo tecnico della Valdiceppo.

In bocca al lupo Coach!