Home BA La sicoma subisce l’intensità dei falchetti

La sicoma subisce l’intensità dei falchetti

195
SHARE

L’ultima partita in casa per la Sicoma si apre con un parziale di 17-4 per i folignati, quali da subito impongono il proprio ritmo alla partita e la fisicità di Cimarelli risulta difficile da arginare dai pari ruolo ponteggiani. La Sicoma è spenta e, nonostante le iniziative di Casuscelli, chiude sotto di 11 lunghezze un primo quarto che evidenzia subito la differente esperienza fra le due squadre.

Nel secondo quarto la musica è la stessa del primo, con la Lucky Wind che allunga il suo vantaggio fino ad un massimo di 16 sul finale, nonostante buoni tiri presi, ma senza una difesa attenta alle spalle, da parte della squadra di coach Berardi.

Il terzo quarto si apre con delle giocate che portano punti dall’asse Chiappa-Berardi, i quali vengono affiancati dalle triple di Casuscelli, Negrotti e Orlandi, trovando ancora buone scelte offensive ma senza arrivare in maniera continuativa al canestro, soprattutto dall’arco dei 6,75m. Il quarto si chiude sul 42-60, con Donati a capeggiare l’attacco di Foligno.

Il quarto periodo è l’amplificazione delle difficoltà che la Valdiceppo ha riscontrato durante i 30′ precedenti. Il canestro appare più piccolo e anche dei tiri ben presi non trovano il fondo della retina per poi finire con gli ultimi 270 secondi in cui la Sicoma non trova mai il canestro fino ad un 51-80 finale.

La squadra allenata da Pierotti sale così solitariamente in testa alla Coppa del Centenario; a noi aspetta l’ultima partita sabato in trasferta contro Nuovo Basket Aquilano, in classifica a pari merito con gli stessi punti.

Forza Lupi, fino alla fine!